Street Food, Fast Food, Takeaway

IL CIBO DI STRADA HA RADICI ANTICHE E VARIE IN TUTTO IL MONDO. È STRETTAMENTE LEGATO ALLA CULTURA POPOLARE E URBANA, OFFRENDO AI PASSANTI CIBO VELOCE, ECONOMICO E DELIZIOSO.

cucina di strada
Il cibo di strada ha subito una vera e propria rivoluzione nell’ultimo decennio, evolvendo oltre i tradizionali hot dog e hamburger per offrire un’accattivante diversità culinaria. Camion e bancarelle offrono sapori da tutto il mondo: asiatici, messicani, mediterranei, africani e molti altri. Il cibo di strada è sempre stato popolare in tutto il mondo e, sebbene oggi sia associato a festival, mercatini ed eventi gastronomici, è ancora il cibo più popolare al mondo.
Un tempo considerato un fast food a basso costo, ora si sta spostando verso l’alto in modo impressionante. Chef talentuosi e creativi si sono trasferiti nel settore dello street food, portando con sé la loro esperienza culinaria e la passione per piatti sofisticati e raffinati, basati su ingredienti di qualità e tecniche innovative.

IN Asia
Lo street food asiatico è famoso in tutto il mondo. Le colorate e vivaci bancarelle di strada offrono un’ampia varietà di piatti: thali indiano, noodles cinesi, takoyaki giapponesi, satay indonesiani, bánh mì vietnamiti, Num Krouk cambogiani e pad thai thailandesi. Il cibo di strada è culturalmente radicato in molti Paesi asiatici, che sono diventati maestri di quest’arte culinaria. Ad ogni angolo di strada ci sono bancarelle dove mangiare un boccone.

IN Africa
Il cibo di strada in Africa incarna lo spirito di convivialità e condivisione che caratterizza la cultura africana. Ogni paese e
Ogni regione dell’Africa ha le sue specialità. I venditori ambulanti si sistemano spesso lungo le strade trafficate, i mercati o le stazioni ferroviarie, attirando i passanti con l’odore delle loro preparazioni. Il cibo di strada africano è anche un importante motore economico e culturale, che offre opportunità di lavoro e commerciali e contribuisce a preservare le tradizioni culinarie regionali.

IN AMERICA LATINA
Anche il cibo di strada è profondamente radicato nella cultura latinoamericana. I camioncini dei tacos in Messico, le empanadas in Argentina, le arepas in Colombia e i ceviches in Perù sono solo alcune delle specialità che spopolano nelle strade di questi Paesi. Lo street food latinoamericano è caratterizzato da ingredienti locali come mais, fagioli, carne alla griglia e spezie vivaci e colorate.

IN MEDIO ORIENTE
La regione del Medio Oriente è rinomata per il suo gustoso cibo di strada. Il chawarma libanese, il balik-ekmek turco, il falafel israeliano e il mutabbaq saudita sono alcuni dei piatti più popolari dei Paesi del Levante. Questi piatti sono spesso accompagnati da pane fresco, verdure croccanti, salse piccanti e condimenti.

IT Europa
Anche il cibo di strada è ben radicato in Europa, con molte varianti. In Italia, ad esempio, si trovano chioschi di pizza cotta a legna e in Sicilia deliziosi arancini. In Germania, il currywurst è un piatto tradizionale, mentre in Francia si preferiscono le crêpes, i waffle o i panini al prosciutto e burro.
Possiamo anche citare le famose “baraques à frites” belghe, i pastizzi di Malta e il fish & chips inglese… c’è di che stuzzicare le papille gustative!

TESTA TRA LE STELLE
Anche il cibo di strada ha guadagnato riconoscimento e legittimità tra i consumatori.
chef stellati e rinomati esperti culinari. Hanno allestito bancarelle di cibo di strada per condividere la loro cucina con un pubblico più ampio e mostrare sapori unici in un’atmosfera rilassata. Mi vengono in mente l’hamburger Père et Fils di Yannick Alléno, il camioncino Pic-up di Anne-Sophie Pic e Croq’Michel di Michel Sarran.

Alcuni di questi negozi sono stati addirittura premiati con una stella Michelin. A Bangkok, Jay Fai è un’icona dello street food, mentre a Singapore, Hill Street Tai offre noodles wok freschi tutto il giorno.

Impegno nelle reti sociali e nei festival
Il cibo di strada sta diventando sempre più popolare. Diversi fattori entrano in gioco, come la mancanza di tempo per mangiare, le abitudini urbane di mangiare “on the go”, le reti sociali e gli eventi, che giocano un ruolo importante nella crescita dello street food e dei food truck.
Gli utenti condividono foto appetitose e consigli sugli stand, creando desiderio ed eccitazione in quante più persone possibile. Per non parlare del fatto che in tutto il mondo stanno nascendo festival ed eventi dedicati allo street food, che offrono a tutti la possibilità di scoprire una serie di piatti conviviali.

Ritorno sull’evento
Il 25 giugno si è svolta a Strasburgo la terza edizione della Street Bouche. L’evento è stato caratterizzato da piatti e bevande fatti in casa con ingredienti locali e di stagione, presentati in stile street food in un’atmosfera amichevole. L’obiettivo del festival Street Bouche è quello di presentare i prodotti locali ed ecologici attraverso specialità culinarie esotiche. Questi eventi contribuiscono anche allo sviluppo locale coinvolgendo ristoratori, produttori, artisti e imprenditori locali. De La Food adotta un approccio eco-responsabile per ridurre l’impatto ambientale di tutti i suoi eventi pubblici e privati.

LO SAPEVI?
Il termine “cibo di strada” è stato reso popolare negli anni ’80 dalla giornalista americana Jane Kramer, che lo ha utilizzato per descrivere le bancarelle di cibo di strada in Asia. Si pensa che i venditori di cibo di strada esistano fin dall’antichità. I Romani, ad esempio, vendevano cibo per strada durante le feste e le celebrazioni.
A Pompei sono stati scoperti dei Thermopolia. Si trattava di piccole bancarelle o stand gastronomici dove le persone potevano acquistare cibi e bevande preparati velocemente e consumarli in piedi.

SALUTE E AMBIENTE
Nel 1996, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato delle linee guida che illustrano sia i benefici che le preoccupazioni associate al cibo di strada. Svolgerebbe un ruolo essenziale nel preservare la coesione sociale, creando spazi di incontro e condivisione, favorendo gli scambi culturali e rafforzando il tessuto sociale.
Tuttavia, l’OMS mette in guardia dai rischi per la salute e l’ambiente. Il cibo di strada può generare una grande quantità di rifiuti, in particolare per quanto riguarda gli imballaggi monouso. Ecco perché in Francia si stanno sviluppando molte iniziative di street food per aiutare l’ambiente.